TAGLIA

Premessa: non sono per l’utilitarismo nudo e crudo, non del tutto almeno. Anzi, Nuccio Ordine ha scritto “L’utilità dell’inutile”, un gran bel libro che ti consiglio e che nello specifico elogia le discipline umanistiche oggi soffocate dal trionfo della tecnica. 

Ci sono molte attività all’apparenza inutili e/o improduttive ma che invece hanno ricadute positive su quello che sei e che fai tutti i giorni.

Ma la maggior parte di quelle in cui indulgi sono inutili, sono vizi, dipendenze, cazzeggi eccessivi.

Taglia. Zac. Fai pulizia. Anzi, prima fai mente locale, poi pulisci.

Qual è la prima cosa che fai quando ti svegli?

E l’ultima?

Cosa fai nelle pause dal lavoro?

Cosa fai quando sei a casa o in vacanza?

Fidati, molte cose che fai non hanno altri motivi all’infuori dell’abitudine.

Io, per esempio, tempo fa nel tempo libero giocavo ai videogiochi, mangiavo male e di fretta, cazzeggiavo al pc, mi masturbavo più volte al giorno e chissà ancora cos’altro non facevo. Per carità, poi quello che dovevo fare bene o male lo facevo, ma non facevo un briciolo di più, non coltivavo nulla, nessuna passione particolare che mi stimolasse a crescere come persona.

Col tempo ho sostituito ognuna di queste attività inutili con altre appassionanti e stimolanti; da allora non ho più posto freni, limiti alla mia immaginazione e alla mia fantasia.

Ho scoperto che sono tutte scuse. Che il tempo si trova. La voglia pure. Quando la smetti di sprecare il tuo tempo sei costretto a capire cosa vuoi davvero fare di te. Scopri di poter fare qualunque cosa e che puoi da subito iniziare a lavorare per ottenere ciò che desideri.

Smettila di scappare dalla vita, di rifugiarti nei piaceri immediati e focalizzati sulle ricompense  a lungo termine.

Saranno molto più orgasmiche di una sega veloce alle 5 del pomeriggio, di un trofeo vinto a FIFA col Pescara, di una pasta al tonno.

No aspetta. La pasta al tonno non si tocca.

Annunci

7 pensieri su “TAGLIA

  1. E’ cosi’ , è’ cosi’!
    A me fregano i libri ; ho scoperto che ne sono drogata e penso anche che il mio immergermi nella lettura sia più’ una fuga dalla realtà’……… che un bisogno di sapere..
    Per il resto , mi “piacciono” i blog e mi “faccio piacere”i molteplici doveri che la vita mi offre.
    Tu mi sembri un entusiasta della nuova strada che hai imboccato e che vuoi di più’!!

    Liked by 1 persona

    • Capisco! Dipende sicuramente dal tipo di libro: io adoro leggere ma lo faccio fondamentalmente per avere informazioni o idee (infatti il 90% sono saggi).

      Poi, come ho detto, la lettura frivola, la boiata in tv etc. non sono una tragedia, semplicemente basta essere consapevoli di come stai passando il tempo; la vita è fatta anche di piccole cose e piccoli piaceri.

      Io voglio di più sì, perchè posso averlo e so di poterlo avere. E so che ho ancora 17.000 giorni circa da vivere qui e sta a me decidere che cosa farne.

      Buona serata 🙂

      Mi piace

      • Ho letto solo saggistica fino a 5 anni fa…
        Adesso mi piace anche il romanzo ,ma scelto ; devo conoscere gli autori o incuriosita di conoscerli e poi seguirli in tutto quello che scrivono…
        Tu dirai , e chissenefrega, infatti scusa!
        Buona notte, ormai

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...